martedì 25 ottobre 2016

Gnocchi di patate 
con fonduta di parmigiano  
maggiorana e noci


Mi ero ripromessa di preparare una cena veloce per i colleghi questa sera, ma dev'esserci stato un fraintendimento e sono qui a fare gli gnocchi da stamattina alle otto perché pare non fosse accettabile ordinare una pizza: il tutto si è tramutato in una sorta di cena di Natale con i parenti di stampo pantagruelico :D
Vi lascio la ricetta che è divertente da preparare anche con dei bambini se avete dei giorni di ferie accumulati da consumare o se siete nonni o direttamente voi i bambini...
Un bacione,
E

Ingredienti (4/6 persone):
- 1 kg di patate a pasta bianca;
- 300 g di farina 00;
- 1 pizzico di sale.

Per la fonduta:
- 150 g di parmigiano reggiano grattugiato;
- 70 ml di panna fresca;
- 30 ml di latte;
- qualche foglia di salvia;
- 12 noci;
- pepe bianco;
- sale q.b.

Cuocete le patate (dal bollore circa quaranta minuti), pelatele e passatele nello schiacciapatate ancora abbastanza calde (farete meno fatica).
Ponete le patate schiacciate al centro del cratere fatto con la farina, aggiungete il pizzico di sale e impastate velocemente con la punta delle dita.
Quando l'impasto sarà abbastanza compatto, ricavate dei salamini di impasto dal diametro di circa 1 cm che andrete a tagliare alla distanza di due cm ricavando così i vostri gnocchi. 
Disponeteli su un tagliere o su uno strofinaccio cosparso di farina (meglio se di semola) per evitare che si attacchino.
In un pentolino scaldate panna e latte con una foglia di salvia aggiungete il parmigiano e mescolate finché non si sarà sciolto; togliete la foglia di salvia, aggiungete un pizzico di pepe e aggiustate di sale.
Mettete a bollire l'acqua, cuocete gli gnocchi, scolateli non appena vengono a galla e conditeli con un mestolo di fonduta di parmigiano, decorando il piatto con noci e qualche foglia di salvia (io questa volta ho usato la maggiorana).

 



martedì 18 ottobre 2016

Spaghetti quadrati con crema di pecorino 
e polvere di liquirizia

 

Ho assaggiato questo piatto dagli amici dell'Osteria dell'Arancio, ristorantino del Vecchio incasato di Grottammare.
Dalla prima forchettata mi sono resa conto che non potevo aspettare mesi prima di mangiarlo di nuovo, così ho provato a rifarlo a seicento chilometri di distanza.
Qui vi lascio la mia ricetta, ma se doveste per caso essere nei paraggi dell'Osteria dovete assolutamente assaggiare gli originali!
Buona settimana!
E

Ingredienti (per 4 persone):
- 350 g di spaghetti quadrati;
- 100 g di pecorino semistagionato;
- 70 ml di panna fresca;
- 30 ml di latte;
- pepe bianco;
- liquirizia pura.

In un tegamino scaldate la panna e il latte, aggiungete il pecorino grattugiato e girate con un cucchiaio di legno finché non si sarà completamente sciolto e avrete ottenuto una crema liscia. 
Spegnete il fuoco e aggiungete un pizzico di pepe bianco.
Cuocete gli spaghetti due terzi del tempo di cottura, scolateli e mantecateli in padella con la crema di pecorino e, se serve, un goccio di acqua di cottura.
Impiattate e aggiungete una spolverata di liquirizia (pestata nel mortaio fino ad ottenere una polvere).




lunedì 10 ottobre 2016

Zucchine alla scapece


Allora come procede il vostro autunno?
Avete tirato fuori calzini e coperte?
Io questo weekend ho fatto un salto a Grottammare dove sono riuscita a raccogliere le giuggiole, fare scorta di pasta di Campofilone e vedere la spiaggia prima del lungo ritiro invernale nella metropoli...
Ho preparato anche le ultime zucchine alla scapece, pronta ormai a migrare verso la zucca arancione da settimana prossima ;)

Ingredienti:
- 3 zucchine;
- 1 spicchio d'aglio;
- olio di arachidi per friggere;
- pepe nero;
- foglie e fiori di menta;
- 125 ml aceto di vino rosso;
- 125 ml d'acqua;
- olio evo;
- sale q.b.

Tagliate le zucchine a metà per il lungo e poi a fettine; friggetele finché non sono dorate, scolate sulla carta assorbente  e asciugatele bene; disponetele in una terrina, aggiungete uno spicchio d'aglio pelato tagliato a metà o a fettine, salate, pepate e aggiungete delle foglioline di menta.
Scaldate in un pentolino acqua e aceto per dieci minuti dal bollore, lasciate intiepidire e versate sulle zucchine; copritele con la pellicola a contatto e lasciate marinare per dieci ore. 
Scolate le zucchine e aggiungete un filo d'olio.