mercoledì 29 luglio 2015

Crostini di pane nero con peperoni arrosto, acciughe, 
capperi e origano


Fra una settimana vado nelle Marche, la mia "seconda terra", raggiungo Biscotto (il cane), il mare, la bici, le ciabatte, la parlata "sbiascicata", il pesce fritto, il porto e l'orto...come al solito non vedo l'ora!
Vi lascio questa ricetta veloce, pausa mentre preparavo la valigia e spuntino mentre davo una mano di vernice in bagno... ci credo che le donne si (auto)definiscano "multitasking"! :D
E

Ingredienti (per 8 crostini):
- pane "nero";
- due peperoni rossi;
- 1 spicchio d'aglio;
- capperi;
- acciughe sott'olio; 
- origano;
- olio evo;
- sale q.b.

Tagliare i peperoni rimuovendo il gambo e i semi; disporli in una pirofila con un goccio d'olio, uno spicchio d'aglio ('vestito', schiacciato) e una spolverata di origano; salare e cuocere nel forno a 220 C° per circa 30 minuti. 
Tostare nel forno già caldo il pane tagliato a fette per un paio di minuti.
In una ciotola trasferire i peperoni arrosto, aggiungere due acciughe sott'olio a pezzetti, qualche cappero e mescolare delicatamente; disporre sul pane e finire con un pizzico di origano.



venerdì 24 luglio 2015

La frittata di pasta


La frittata di pasta è un piatto che preparava la nonna, o con le tagliatelle o con gli spaghetti avanzati dal giorno prima, da primavera in avanti, che consumavo tiepida al rientro da scuola.
L'ho preparata lunedì a pranzo, aveva lo stesso sapore, anche se la nonna avrebbe detto, come faceva sempre quando si trattava di un "suo cavallo di battaglia", che era buona, ma non certo uguale...
E

Ingredienti:
- pasta cotta avanzata;
- 2 uova (per 150 g di pasta cotta);
- sale q.b.;
- olio evo.



Sbattete le uova con un pizzico abbondante di sale (ricordatevi che la pasta già cotta è sempre un po' insipida), unite la pasta e mescolate bene.
In una padella antiaderente scaldate un goccio d'olio e poi versate la frittata lasciando cuocere circa cinque minuti prima di girarla e continuare la cottura dall'altro lato.










venerdì 17 luglio 2015

Uovo in camicia su crema di piselli e basilico, 
pinoli tostati e bottarga

Mancano ormai solo quindici giorni prima che mi trasferisca nelle Marche per tre settimane. Biscotto (il cane) è già là che mi aspetta, così come tutti i lavori lasciati incompiuti l'anno scorso (devo finire di stuccare, verniciare...).
Voi siete già in vacanza?
Vi lascio questa ricetta e un bacio.
E

Ingredienti (per 2 persone):
- 150 g piselli;
- 1/2 scalogno;
- 2 uova;
- 1 pugno di pinoli;
- 1 ciuffo di basilico;
- pepe nero;
- bottarga;
- olio evo;
- sale q.b.

In un tegamino cuocete i piselli, con lo scalogno a fettine, un pizzico di sale e un mezzo bicchiere d'acqua per circa 5 minuti dal bollore.
Frullate il tutto nel mixer, aggiungendo un goccio d'olio, un pizzico di pepe, 6 foglie di basilico e aggiustate di sale.
Intanto tostate velocemente i pinoli su una pentola antiaderente e preparate l'uovo in camicia (il mio questa volta non è venuto un granché, potete fare di meglio!).
A questo punto disponete un cucchiaio di crema su un piatto, adagiatevi l'uovo, salate leggermente, grattugiate la bottarga, e decorate con i pinoli e del basilico fresco, finendo con un filo d'olio a crudo.




giovedì 9 luglio 2015

Crostata con crema alle pesche e frutta fresca


Ok, a Milano si muore di caldo. Nella cucina del ristorante si muore più velocemente...
Ieri la zona dove abito è rimasta senza corrente per un bel po' accentuando la follia collettiva.
Vi lascio la ricetta di questa crostata la cui particolarità risiede nella crema, senza latte, alla pesca.

Ingredienti (tortiera con ⌀ 28 cm):
- frutta fresca.

Per la crema:
- 2 uova;
- 1 cucchiaio di farina;
- 40 g di zucchero;
- 2 pesche noci mature.

Sbucciare le pesche, tagliarle grossolanamente e frullarle insieme ad un goccio d'acqua con il minipimer. Passare il succo ottenuto in un colino.
Sbattere le uova con lo zucchero, aggiungere la farina e il succo di pesca, mescolando bene; mettere sul fuoco e cuocere fino a che la crema non si sarà addensata.
Cuocere la base della crostata nel forno a 180 C per circa 25 minuti e, una volta raffreddata, farcire con la crema (ormai fredda) e decorare con la frutta fresca (nel mio caso, pesche e mirtilli).
Conservare in frigorifero.